Home >> News >> I teppisti del Feyeenord: rischiano di farla franca

I teppisti del Feyeenord: rischiano di farla franca

barcacciaIl 19 febbraio 2015, in occasione della partita Roma – Feyeenord, la città romana è stata vittima di atti devastanti e distruttivi di teppismo da parte di ultrà olandesi.

Numerosi i danni apportati, dalla devastazione della Fontana della Barcaccia in Piazza di Spagna, a cassonetti della spazzatura, autobus e auto della polizia municipale, quantificati per un totale di 1 milione e 700 mila euro.

La fontana è stata subito riparata anche grazie all’aiuto di società olandesi, ma ci sono danni comunque non coperti dalle riparazioni, quindi incancellabili.

Archiviazione del processo

Ciò che rende grottesca la vicenda è il rischio che non si riesca a chiedere il risarcimento danni ai teppisti, in quanto dai video non si riesce a definire quali sono le persone che hanno lanciato gli oggetti contro la fontana.

Il processo svolto in Olanda nei loro confronti non parla di risarcimenti, ma le accuse sono di resistenza a pubblico ufficiale, disordini in pubblico e molestie, portando il carcere per alcuni dei vandali e i servizi sociali. L’indennizzo potrà essere richiesto dalla città di Roma con un processo a parte, chiedendo un giudizio civile.

Insomma, se dall’Italia non parte un’ azione legale in merito ricevere il giusto risarcimento sarà impossibile, ma il procuratore Eugenio Albamonte ha archiviato il procedimento i danni dei vandali olandesi. Il Codacons si oppone all’archiviazione e chiederà al Gip di procedere con le indagini, per evitare che i distruttori della fontana del Bernini restino impuniti e che la città di Roma rischi di non ottener il giusto risarcimento.

About zaghor

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi